Anagrafe on line

(AUTOCERTIFICAZIONE E CONSULTAZIONE DEI DATI ANAGRAFICI)

Dal 1° gennaio 2012 sono entrate in vigore le modifiche, introdotte con l’art. 15, comma 1, della legge 12 novembre 2011, n. 183, recante “Disposizioni per la formazione del bilancio annuale e pluriennale dello Stato (legge di stabilità 2012)”, alla disciplina dei certificati e delle dichiarazioni sostitutive contenuta nel “Testo unico delle disposizioni legislative e regolamentari in materia di documentazione amministrativa” di cui al decreto del Presidente della Repubblica 28 dicembre 2000, n. 445.

Le disposizioni in parola sono dirette a consentire una completa decertificazione nei rapporti fra Pubblica Amministrazione e privati, in specie l’acquisizione diretta dei dati presso le amministrazioni certificanti da parte delle amministrazioni procedenti e, in alternativa, la produzione da parte degli interessati solo di dichiarazioni sostitutive di certificazione e dell’atto di notorietà.

Le nuove previsioni operano nel solco tracciato dal citato decreto del Presidente della Repubblica n. 445 del 28 dicembre 2000, in forza del quale le Pubbliche Amministrazioni non possono richiedere atti o certificati contenenti informazioni già in possesso della P.A..

Tali disposizioni  devono essere osservate dalle Pubbliche Amministrazioni e dai gestori di pubblici servizi, cioè le aziende che hanno in concessione servizi come i trasporti, l’erogazione di energia, il servizio postale, le reti telefoniche (ad esempio le aziende municipalizzate, l’Enel, le Poste ad eccezione del servizio Bancoposta, la Rai, le Ferrovie dello Stato, la Telecom, le Autostrade, ecc.) nei rapporti fra loro e in quelli con l’utenza ai sensi dell’art. 2 del citato D.P.R. n. 445/2000.

Le certificazioni rilasciate dalle P.A. in ordine a stati, qualità personali e fatti sono valide e utilizzabili solo nei rapporti tra privati; nei rapporti con gli organi della Pubblica amministrazione e i gestori di pubblici servizi, i certificati sono sempre sostituiti dalle dichiarazioni sostitutive di certificazione o dall’atto di notorietà.

Conseguentemente, a decorrere dal 1° gennaio 2012, le amministrazioni e i gestori non possono più accettarli né richiederli, tanto più in quanto tali comportamenti si configurano, per espressa previsione, violazione dei doveri d’ufficio ai sensi della nuova formulazione dell’art. 74, comma 2, lettera a), del D.P.R. n. 445 del 2000.

Alla luce di questo nuovo quadro normativo il Comune di Roccafiorita, nell’intento di favorire il processo di integrazione e di comunicazione con gli Enti ed i cittadini attraverso l’uso delle nuove tecnologie, ha messo a disposizione dei cittadini residenti e delle pubbliche Amministrazioni i seguenti servizi accessibili (previa autenticazione mediante l’utilizzo di apposite credenziali rilasciate dal Comune) dal link:

http://www.studiok.it/comuni/roccafiorita/global_login_form.php

Servizi ai cittadini – Autocertificazione on line:

permette di generare le dichiarazioni sostitutive di certificazione di: nascita, residenza, cittadinanza, stato di famiglia, stato civile ed esistenza in vita con i dati del richiedente prelevati dall’archivio anagrafico comunale. In pratica, il singolo cittadino maggiorenne, che precedentemente avrebbe richiesto all’ufficio anagrafe il rilascio di un certificato, si trova nelle condizioni ottimali per produrre la necessaria autocertificazione comodamente a casa propria od in altro luogo, in virtù di una semplice connessione ad internet e del possesso delle credenziali (codice utente e password) per l’accesso al servizio, forniti dal Comune. L’autocerticazione viene generata completa dei dati personali del cittadino residente ed è pronta per essere sottoscritta senza dover aggiungere a mano, o tramite un editor di testi, le informazioni personali come nei normali moduli di autocertificazione.

Servizi alle Amministrazioni pubbliche – Consultazione dei dati anagrafici on-line: attraverso la stipula di un’apposita convenzione con l’Amministrazione comunale (come da schema e da domanda presenti a fondo pagina), gli Enti interessati all’accesso diretto ai dati vengono dotati di una propria qualifica rispondente agli standard di sicurezza per la consultazione via web dei dati anagrafici certificabili. Il servizio consente di rispondere, automaticamente ed in tempo reale, anche al di fuori del normale orario di apertura degli Uffici, alle richiesta di qualsiasi Amministrazione procedente (Questura, Forze dell’Ordine, ASL, Aziende per la riscossione e la notifica, etc.), offrendo così al responsabile dell’accesso uno strumento completo e versatile per la consultazione della banca dati comunale, nel rispetto di tutti i requisiti previsti in materia di sicurezza dei dati personali, ai soli fini strettamente necessari per lo svolgimento dell’attività cui sono preposti.

(scarica) LINEE GUIDA DigitPA per la stesura di convenzioni per la fruibilità di dati delle pubbliche amministrazioni (art. 58, comma 2, del Codice dell’Amministrazione Digitale)

(scarica) ALLEGATI alle linee guida

(scarica) MODELLO DI DOMANDA per richiedere l’autorizzazione all’accesso alla banca dati anagrafici ed il rilascio delle credenziali

SCHEMA DI CONVENZIONE, approvato con deliberazione di C.C. n. 49 del 21 ottobre 2014

(scarica) DELIBERAZIONE DI C.C.. n. 49 del 21 ottobre 2014

ACCEDI AI SERVIZI

Per maggiori informazioni e chiarimenti è possibile contattare il sig. Chillemi Cateno, responsabile dell’Ufficio dei Servizi Demografici del Comune, ai seguenti recapiti:

telefono e fax: 0942-726039
e-mail: anagrafe@comunedirocafiorita.it
PEC: comunediroccafiorita@primapec.com

Potrebbe interessarti pure...